Intelligenza Artificiale: 494 Milioni di posti di lavoro in meno, sostituiti dai Robots

WebMarketingManager.net – La Cina, anche in questa occasione guiderà la crescita connessa all’automazione ed intelligenza artificiale, ma come conseguenza si avrà una riduzione dei posti di lavoro (-236 Milioni) per gli esseri umani a favore dell’automazione / intelligenza artificiale. A sorpresa, troviamo al secondo posto l’India con una perdita di -120 Milioni, ed al terzo posto gli U.S.A. (Stati Uniti) con una perdita di -73 Milioni. Mentre per l’Europa la prima nazione sarà la Germania, con una riduzione dei posti di lavoro di -17 Milioni per gli esseri umani a favore dell’automazione / intelligenza artificiale.

Entro 12 anni (2030), il Mondo come lo conosciamo oggi, non esisterà più: saranno persi 494 Milioni di posti di lavoro dagli “esseri umani” in tutto il Mondo, e sostituiti dai robots / software / computer.

 

Dove saranno distrutti i posti di lavoro, a causa dell’automazione ed intelligenza artificiale entro 12 anni (2030)?

  1. Cina, 236 Milioni di posti di lavoro in meno
  2. India, 120 Milioni di posti di lavoro in meno
  3. U.S.A. (Stati Uniti), 73 Milioni di posti di lavoro in meno
  4. Giappone, 30 Milioni di posti di lavoro in meno
  5. Messico, 18 Milioni di posti di lavoro in meno
  6. Germania, 17 Milioni di posti di lavoro in meno

Fonte / Dati: McKinsey Global Institute

 

******************************************

Intelligenza Artificiale? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: Nonostante i buoni propositi di fine anno ed i desideri che tutto proceda per il modo giusto, è opportuno tenere gli occhi aperti anche sulla realtà e sulle previsioni che arrivano da più aziende, in merito al rapido sviluppo sull’intelligenza artificiale, e all’automazione.

Ci saranno di sicuro dei grandi benefici, ma anche delle grandi perdite. Ci si augura che i vantaggi siano superiori agli svantaggi. Tra poco meno di 12 anni, entro il 2030, avremo tutte le nostre risposte.

Non ci resta che attendere…