Marketing e Pubblicita’: Chi ha Investito di piu’ in Pubblicità nel 2016, in Italia?

WebMarketingManager.net – I primi 10 brands hanno speso/investito un totale di 878 Milioni di Euro in pubblicità nel 2016, in Italia. Al numero 1 c’è: Volkswagen, a seguire al numero 2: Procter & Gamble, ed al numero 3: Fiat (FCA).

Una crescita del +5,9% rispetto al 2015, per il 2016, tra i primi 10 investitori/brands in pubblicità, nel mercato italiano. Ecco i dati classificati sulla spesa totale di ciascun brand/azienda.

Top 10 investitori – mercato pubblicitario italiano – Totale anno 2016:

  1. Volkswagen (Audi, Seat e Skoda), con 122,3 Milioni di Euro (+17,4% rispetto all’anno 2015)
  2. Procter & Gamble (P&G), con 107,4 Milioni di Euro (+23,8% rispetto all’anno 2015)
  3. Fiat (FCA), con 104,6 Milioni di Euro (+5,4% rispetto all’anno 2015)
  4. Vodafone, con 98,3 Milioni di Euro (+21,3% rispetto all’anno 2015)
  5. Ferrero, con 95,7 Milioni di Euro (-8,5% rispetto all’anno 2015)
  6. Barilla, con 92,6 Milioni di Euro (+11,1% rispetto all’anno 2015)
  7. L’Oréal, con 70,5 Milioni di Euro (-9,6% rispetto all’anno 2015)
  8. Nestlé, con 64,5 Milioni di Euro (+5,1% rispetto all’anno 2015)
  9. Unilever, con 61,8 Milioni di Euro (-15,9% rispetto all’anno 2015)
  10. PSA, con 60,3 Milioni di Euro (+4,8% rispetto all’anno 2015)

Da ricordare che in questa classifica non sono inclusi gli investimenti su Google, Facebook, YouTube, Instagram, Twitter, Linkedin, ed altri, effettuati per i canali:

  • Search
  • Social

Dove sono stati investiti i soldi in pubblicità, nel 2016? Su quali mezzi?

  • TV (Televisione), il 55,8% del totale, +6,3% rispetto al 2015
  • Reti digitali e tematiche, il 26,2% del totale, +12,6% rispetto al 2015
  • Radio, il 7,5% del totale, -3,5% rispetto al 2015
  • Quotidiani, l’1,7% del totale, -30,2% rispetto al 2015 (profonda crisi per la carta stampata)
  • Web, il 5,2% del totale, -2,5% rispetto al 2015***

***Nei dati forniti dalla Nielsen, mancano i dati ufficiali relativi alla raccolta pubblicitaria di Google e Facebook e alle altre multinazionali americane presenti nel mercato “digital” italiano. Si stima che con la somma dei dati mancanti Internet abbia concluso l’anno 2016 a +8%.

Fonte / Dati: Nielsen

******************************************

Marketing e Pubblicità? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: I primi 3 migliori investitori del 2016, che hanno registrato una maggiore crescita/propensione all’utilizzo della pubblicità, in Italia, sono stati:

  • Procter & Gamble (P&G), con 107,4 Milioni di Euro (+23,8% rispetto all’anno 2015)
  • Vodafone, con 98,3 Milioni di Euro (+21,3% rispetto all’anno 2015)
  • Barilla, con 92,6 Milioni di Euro (+11,1% rispetto all’anno 2015)

Mentre i peggiori 3 investitori del 2016, che hanno registrato una maggiore perdita/minore propensione all’utilizzo della pubblicità, in Italia, sono stati:

  • Unilever, con 61,8 Milioni di Euro (-15,9% rispetto all’anno 2015)
  • L’Oréal, con 70,5 Milioni di Euro (-9,6% rispetto all’anno 2015)
  • Ferrero, con 95,7 Milioni di Euro (-8,5% rispetto all’anno 2015)

******************************************

Marketing e Pubblicità? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#Marketing #Pubbicità #Investimenti #Nielsen #BigSpender #Pubblicita’ #Investitori #Volkswagen #Audi #Seat #Skoda #Procter&Gamble #P&G #Fiat #FCA #Vodafone #Ferrero #Barilla #LOréal #LOreal #Nestlé #Nestle #Unilever #PSA #MercatoPubblicitario #Italia #2016