E-Commerce: Amazon Business per il B2B: 250 Milioni di prodotti per le Aziende

 

WebMarketingManager.net – Nuova sezione per Amazon Italia con i prodotti dedicati al B2B (business to business): saranno presenti oltre 250 Milioni di prodotti (B2B) per le aziende. Il nome è Amazon Business, ed è riservato soltanto a chi è in possesso di una P.IVA.

In Italia, il mercato del B2B (business to business) vale oltre € 335 Miliardi di euro (dati anno 2017).

 

Quali prodotti si potranno comprare dentro Amazon Business?

  • prodotti tecnici
  • prodotti per l’industria
  • prodotti per il commercio
  • prodotti per il terziario
  • servizi

 

Saranno presenti:

  • articoli tecnici-industriali
  • articoli per l’illuminotecnica
  • attrezzature professionali per il canale Ho.re.ca. (Hotel, ristoranti e catering)
  • strumenti per le misure di precisione
  • macchinari per la lavorazione del legno
  • macchinari per l’industria

 

Cosa si potrà fare dentro Amazon Business?

  • inserire richieste di preventivi
  • impostare ordini a programma

Fonte / Dati: Amazon

 

******************************************

E-Commerce? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: Amazon, alla conquista del Mondo: dal B2C (business to consumer) al B2B (business to business).

 

Mobile Marketing: a letto, il 61,7% degli italiani usa lo Smartphone o il Tablet. Dati Italia

 

WebMarketingManager.netMalati di smartphone che mentre guidano usano il “giocattolo smartphone” creando incidenti e migliaia di morti ogni anno. Se non bastasse questo agli italiani malati di smartphone, aggiungiamo una nuova malattia compulsiva: quella di controllare il proprio “giocattolo smartphone” mentre si è a letto.

 

La percentuale dei malati di smartphone in Italia, che lo utilizzano anche a letto, invece di dormire e riposare, arriva addirittura all’81% tra i giovani-adulti con età compresa tra i 18 ed i 34 anni.

Inoltre, sempre in Italia, il 34% di questi individui, utilizza lo smartphone, addirittura mentre sta mangiando (colazione-pranzo-cena), ed il dato peggiora per i giovani, con una percentuale che arriva quasi al 50%.

 

Dal totale dei malati di smartphone, abbiamo anche una percentuale preoccupante di psicopatici che ammette pure (il 14% del totale ed il 20% dei giovani) di utilizzare il “giocattolo smartphone” (navigare su internet, app social per i messaggi), anche mentre sono alla guida della macchina o di altri mezzi (motorini, moto, scooter, ecc.).

 

Dalla ricerca emerge anche che:

  • il 77% degli italiani che utilizzano internet (88% tra i giovani-adulti con età compresa tra i 18 ed i 34 anni) si collegano al web anche la sera tardi prima di addormentarsi
  • il 63% delle persone in Italia (81% tra i giovani-adulti con età compresa tra i 18 ed i 34 anni) utilizza i “social networks del tempo libero” appena svegli la mattina.

 

I malati di smartphone sono anche consapevoli della propria malattia nel 22,7% dei casi, pensano di essere dipendenti da internet e dal proprio “giocattolo smartphone”.

Abbiamo anche un 11,7% di malati di smarphone che vivono con ansia, l’eventuale impossibilità di connettersi ad Internet.

Tuttavia, nonostante il 60,7% degli utenti malati di smarphone abbia riflettuto sull’utilizzo eccessivo di internet, soltanto il 28,6% ha modificato il proprio utilizzo, limitando il troppo tempo trascorso sul web.

Fonte / Dati: Agi-Censis / Internet Day – Ricerca effettuata a Maggio 2018 – Dati Pubblicati a Luglio 2018.

 

******************************************

Mobile Marketing? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: Oh povera Italia… lo smartphone è diventato non solo una malattia ma una vera e propria ossessione per il 61,7% degli italiani che lo utilizza mentre si trova, addirittura, nel letto, invece di pensare a dormire e a riposarsi.

 

Mobile Marketing: Classifica Cina. Top 4 Smartphone Brands – Dati 1° Trimestrale 2018 (Q1 – Quarter 1)

 

WebMarketingManager.net – Quali sono state le marche di smartphone più vendute in Cina nel primo trimestre del 2018? Arrivano i primi segnali di crisi per i “giocattoli smartphone”. Raggiunta la soglia di saturazione? Alcuni brands sono in forte difficoltà, tra cui: Jinli, Lenovo, Meizu, ZTE e Coolpad.

 

Classifica Cina. Top 4 Smartphone Brands – Dati 1° Trimestrale 2018 (Q1 – Quarter 1):

  1. Huawei, 24% con 21,2 Milioni di smartphone venduti
  2. OPPO, 19% con 16,5 Milioni di smartphone venduti
  3. Vivo, 17% con 14,2 Milioni di smartphone venduti
  4. Xiaomi, 13% con 13,2 Milioni di smartphone venduti
  5. Altri, 27%

 

La Cina degli smartphone ha quasi raggiunto la soglia di saturazione, nel mercato interno, ma i cinesi stanno già conquistando nuovi mercati, dove la concorrenza è scarsa o addirittura assente:

  • India
  • Sud-Est asiatico

Fonte / Dati: Canalys

 

******************************************

Mobile Marketing? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: Vincono i “piccoli” produttori (altri) con il 27% del totale quota mercato smartphone in Cina.

 

Marketing: StartUp da $ 1 Miliardo di dollari in Asia e Cina. Dove sono? Città

 

WebMarketingManager.net – Le StartUp che in Italia, spesso sono create da gente improvvisata e disorganizzata (senza soldi ed idee) che il più delle volte non conosce neppure l’esistenza del business plan, ed aspetta solo i soldi degli investitori, per poi illudersi d’essere diventati il nuovo Steve Jobs, Bill Gates, Mark Zuckerberg (ed altri vari personaggi arroganti e tiranni, resi “miti” ed idealizzati da chi non conosce le storie reali), in Asia e Cina, sembrano essere maggiormente strutturate e serie.

Analizziamo quanti Unicorni (StartUp valutate oltre $ 1 Miliardo di dollari) sono nati tra il 2012 ed il 2018 in Asia e Cina.

 

Quali sono le Top città, in Asia e Cina con più StartUp / Unicorni (valutate oltre $ 1 Miliardo di dollari) nate tra 2012 ed il 2018?

  1. Pechino (Beijing), in Cina, con 29 StartUp / Unicorni
  2. Shanghai, in Cina, con 17 StartUp / Unicorni
  3. Nuova Delhi (New Delhi), in India, con 5 StartUp / Unicorni
  4. Bangalore (Bengaluru), in India, con 3 StartUp / Unicorni
  5. Seul (Seoul), in Corea del Sud, con 2 StartUp / Unicorni
  6. Tokyo, in Giappone, con 2 StartUp / Unicorni

Fonte / Dati: CB Insights

 

******************************************

Marketing? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: StartUpAri di tutto il Mondo unitevi e trasferitevi in Cina (Pechino e Shanghai): forse lì ci sarà speranza anche per Voi…

 

Social Media Marketing: Classifica Mondiale utenti Social Media ed Apps – Dati Giugno 2018

 

WebMarketingManager.net – Quanti sono gli iscritti/utenti attivi mensili (presunti) nel Mondo, nei Social Networks e nelle apps (applicazioni) per smartphones a Giugno 2018? Quali sono stati i principali “social” nel Mondo a Giugno 2018? Analizziamo gli ultimi numeri aggiornati (dati auto-dichiarati dalle stesse “piattaforme social”, senza essere stati certificati da nessun ente/società indipendente).

 

Abbiamo sempre 2 grandi gruppi che dominano a livello mondiale:

  1. Gruppo Facebook (con: WhatsApp, Messenger, Instagram, e Facebook stesso), in U.S.A., Europa e resto del Mondo, Cina esclusa
  2. Gruppo Tencent (con: WeChat, Qzone), principalmente in Cina ed Asia.

 

Classifica dei Social Media/Networks/Apps con più utenti – Dati Aggiornati a Giugno 2018:

  1. Facebook, con 2,196 Miliardi di utenti (ultimi dati aggiornati a Marzo 2018)
  2. YouTube, con 1,5 Miliardi di utenti
  3. WhatsApp (proprietà di Facebook), con 1,5 Miliardi di utenti (ultimi dati aggiornati a Dicembre 2017)
  4. Facebook Messenger, con 1,3 Miliardi di utenti (ultimi dati aggiornati a Settembre 2017)
  5. Instagram (proprietà di Facebook), con 1,0 Miliardo di utenti (ultimi dati aggiornati a Giugno 2018)
  6. WeChat (proprietà di Tencent), con 938 Milioni di utenti
  7. Qzone (proprietà di Tencent), con 632 Milioni di utenti
  8. Linkedin (proprietà di Microsoft), con 546 Milioni di utenti (ultimi dati aggiornati a Marzo 2018)
  9. Weibo, con 340 Milioni di utenti
  10. Twitter, con 336 Milioni di utenti (ultimi dati aggiornati a Marzo 2018)
  11. Pinterest, con 200 Milioni di utenti (ultimi dati aggiornati a Settembre 2017)
  12. Snapchat, con 191 Milioni di utenti / utenti attivi giornalieri (ultimi dati aggiornati a Marzo 2018)
  13. VKontakte, con 95 Milioni di utenti

Ovviamente, in questa classifica, non si parla dei Milioni di utenti fake / bot / robot / software / programmi / computer zombie che mensilmente alimentano questi “dati social”, ma questo è un altro discorso sul quale non viene mai posta l’attenzione da chi diffonde questi “numeri social”…

Fonte / Dati: Facebook, YouTube, Facebook Messenger, WhatsApp, WeChat, Instagram, Twitter, Snapchat, WeChat, Qzone, Tencent, Linkedin, Microsoft, Weibo, Pinterest, Vkontakte

 

******************************************

Social Media Marketing? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: Attendiamo sempre una o più società indipendenti che attestino/certifichino la veridicità dei dati rilasciati dai vari “social networks del tempo libero” e che dia valore a questi “numeri social”.

Nell’attesa, si raccomanda di misurare sempre il traffico in entrata sui propri siti e/o dei propri clienti, verificare che le visite registrate non siano state generate da: utenti fake / bot / robot / software / programmi / computer zombie, e misurare sempre il R.O.I. (Return On Investment) che non è: ne’ i like, ne’ i commenti, ne’ le condivisioni e neppure i click, ma il fatturato generato dagli “utenti social” sui siti internet a seguito delle campagne pubblicitarie pianificate.

Tutto il resto, sono e rimangono soltanto “chiacchiere social” / vanity metrics.

 

Social Media Marketing: Instagram auto-dichiara d’avere 1 Miliardo di Utenti

 

WebMarketingManager.net – Dalla serie, ognuno dice ciò che vuole, perché tutti credono senza verificare: Instagram, il “social network” delle foto, proprietà del Gruppo Facebook (WhatsApp, Instagram, Messenger e Facebook stesso) avrebbe raggiunto quota 1 Miliardo di Utenti (inclusi: utenti fake / bot / robot / software / programmi / computer zombie).

Da ricordare che anche questi numeri, come i precedenti comunicati: sono dati “auto-dichiarati” da Instagram.

Nessuna società indipendente ha certificato la veridicità di questi e di altri numeri relativi a tutti i “social networks del tempo libero”.

Fonte / Dati: TechCrunch / Instagram

 

******************************************

Social Media Marketing? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: Nel mese di Maggio 2018 (meno di un mese fa), Facebook stessa ha confermato d’aver cancellato il 26,5% dei propri utenti (falsi) per un totale di 583 Milioni di account, relativi al primo trimestre del 2018 (Gennaio-Febbraio-Marzo).

 

Social Media Marketing: Instagram (Gruppo Facebook) copia YouTube. Nasce IGTV

 

WebMarketingManager.netInstagram (proprietà del Gruppo Facebook), non contenta d’aver copiato le Storie di Snapchat, adesso ha deciso di copiare anche il format di YouTube, per togliere quote di mercato degli utenti video, creando una nuova app (applicazione per smartphone) chiamata IGTV.

La Juventus (squadra di calcio), a causa degli elevati costi di gestione, chiude il suo canale TV su Sky, e lo apre su Instagram con l’app IGTV.

 

Cos’è IGTV di Instagram?

IGTV è la nuova piattaforma (app – applicazione per smartphone) video di Instagram, dove si potranno caricare e guardare contenuti video in formato “verticale” (normalmente usato per i video creati con lo smartphone) che durano fino ad un’ora (60 minuti – 3,6 GB di spazio massimo per ogni video).

 

Come funziona IGTV di Instagram?

IGTV, la nuova app (app – applicazione per smartphone) di Instagram, funziona come YouTube, l’unica differenza sostanziale è che i video sono in formato “verticale” (normalmente usato per i video creati con lo smartphone).

IGTV è già collegata all’account di Instagram, mediante il quale ha già importato i vostri contatti all’interno della nuova app: l’utente non dovrà fare nulla, a parte installare l’app.

Fonte / Dati: TechCrunch / Juventus

 

******************************************

Social Media Marketing? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: Il Gruppo Facebook (WhatsApp, Instagram, Messenger e Facebook stesso), continua ad usare la “tecnica del cinese”: copia un servizio/prodotto già esistente e proponilo ai tuoi utenti.

 

Intelligenza Artificiale: Arrivano i Robots controllati dal pensiero umano

 

WebMarketingManager.net – Sembra fantascienza ma è già in fase di test, il nuovo sistema per gestire i robots più rapidamente, rispetto al passato.

Sono già stati creati i primi robot controllati sia dai gesti che dal pensiero. Questi nuovi robots saranno destinati a lavorare insieme all’uomo, che potrà controllarli attraverso il pensiero.

 

Chi ha creato queste nuove tecnologie applicate ai robot?

  • Massachusetts Institute of Technology (Mit), tramite il laboratorio di informatica ed intelligenza artificiale

 

Questi robots, sono il risultato dell’evoluzione di altre interfacce “cervello-computer” precedentemente create, che erano in grado di comandarli tramite le onde cerebrali.

Il nuovo sistema è stato migliorato e può correggere rapidamente gli eventuali errori di esecuzione, sia attraverso le onde cerebrali che tramite i gesti delle mani.

In questo modo la gestione dei robot e delle loro attività sarà molto più semplice rispetto al passato.

Il test è stato effettuato sul robot umanoide sperimentale: Baxter, di proprietà della Rethink Robotics.

Sono stati posti degli elettrodi sia sulla testa che sulle braccia.

Fonte / Dati: Massachusetts Institute of Technology (Mit)

 

******************************************

Intelligenza Artificiale? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: La strada è ormai segnata. Ci stiamo avvicinando ad un futuro dove l’uomo avrà al suo fianco i robots per la gestione delle attività quotidiane.

 

Marketing Farmaceutico: Google, sapremo la data della nostra morte al 95%. Nuovo Algoritmo

 

WebMarketingManager.netGoogle, tenta di diversificare il proprio business, attualmente monopolizzato dal motore di ricerca. La sanità sembra il settore, dove gli algoritmi di Google, potrebbero essere anche monetizzati.

Infatti, il nuovo algoritmo di Google, secondo loro, sarà in grado di dirci quando moriremo, con una percentuale di precisione fino al 95%.

Questo risultato è stato reso possibile grazie all’intelligenza artificiale, che è in grado di analizzare 216.000 persone (pazienti adulti ricoverati in ospedale) a partire da 24 ore (1 giorno).

 

Cosa potrà prevedere il nuovo algoritmo di Google, nel settore della sanità?

  • rischio di mortalità
  • eventuale nuovo ricovero in ospedale
  • degenza prolungata

 

Tutti i modelli precedentemente pubblicati, sono meno precisi se paragonati al nuovo algoritmo di Google, nel settore della sanità.

Fonte / Dati: Nature

 

******************************************

Marketing Farmaceutico? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: Una buona notizia per tutti: maggiori saranno le informazioni e migliori saranno le previsioni sulle patologie cliniche.

 

Marketing: i Bitcoin, perdono il -54% in meno di 6 mesi. Dati Giugno 2018 CriptoValute

 

WebMarketingManager.net – Dai facili entusiasmi per il “cambiamento del sistema monetario” ai disastrosi crolli nelle valutazioni a medio termine: e fu così che il Bitcoin e le altre CriptoValute persero il loro “potere attrattivo”.

Bannati (vietati) da Google, Facebook ed Apple (che sono solo gli ultimi della lista), oggi, 20 Giugno 2018, un Bitcoin vale $ 6.624 dollari.

E sempre oggi è stato annunciato l’ennesimo furto di CriptoValute: sono stati rubati altri $ 32 Milioni di dollari. Le CriptoValute (Bitcoin e Ripple) sono state rubate sulla piattaforma di scambio Bithumb, in Sud Corea.

Poca sicurezza per le monete digitali e troppa volatilità sui mercati.

Fonte / Dati: Bitcoin, Ripple

 

******************************************

Marketing? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: Le CriptoValute (Bitcoin, Ripple e tutte le altre monete virtuali) sono degli investimenti ad alto rischio, per il piccolo e medio risparmiatore.

Da ricordare sempre: “i soldi facili” non esistono.