E-Commerce: Analisi Fatturato: Thanksgiving, Black Friday, Cyber Monday. Anni 2016, 2017

WebMarketingManager.net – L’anticipo per gli acquisti di Natale è il weekend della Festa del Ringraziamento (Thanksgiving) negli U.S.A. (Stati Uniti), dove troviamo anche il Black Friday e Cyber Monday. Lo shopping online, in questi giorni registra nuovi record. Analizziamo il fatturato/vendite online per gli anni 2016, e 2017.

 

Analisi Vendite/Fatturato anni 2016, 2017 – Dati relativi allo shopping online effettuato in U.S.A. (Stati Uniti):

 

Festa del Ringraziamento (Thanksgiving)

Vendite/Fatturato anno 2016: $ 2,43 Miliardi di dollari

Vendite/Fatturato anno 2017: $ 2,87 Miliardi di dollari (+18,3%)

 

Black Friday

Vendite/Fatturato anno 2016: $ 4,30 Miliardi di dollari

Vendite/Fatturato anno 2017: $ 5,03 Miliardi di dollari (+16,9%)

 

Saturday (è il Sabato che si trova “nel mezzo” tra il Black Friday ed il Cyber Monday)

Vendite/Fatturato anno 2016: $ 2,19 Miliardi di dollari

Vendite/Fatturato anno 2017: $ 2,43 Miliardi di dollari (+10,8%)

 

Cyber Monday

Vendite/Fatturato anno 2016: $ 5,64 Miliardi di dollari

Vendite/Fatturato anno 2017: $ 6,59 Miliardi di dollari (+16,8%)

 

Fonte / Dati: Adobe Digital Insights

 

******************************************

E-Commerce? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: Da ricordare la Cina, dove l’ e-commerce: in un solo giorno, con Alibaba (principalmente tramite le proprie piattaforme Tmall e Taobao) ha fatturato/venduto online $ 25,3 Miliardi di dollari di prodotti

Rif. articolo pagina: https://webmarketingmanager.net/e-commerce-in-un-solo-giorno-alibaba-25-3-miliardi-di-dollari-nelle-vendite-online/

 

Marketing: Classifica 2017 dei Top 10 Miliardari (Billionaires) nel Mondo. Chi Sono?

WebMarketingManager.net – La top 10 dei principali Miliardari (Billionaires) nel Mondo, potrebbe essere semplificata così: 70% sono americani (Jeff Bezos fondatore di Amazon, Bill Gates fondatore di Microsoft, Warren Buffett proprietario della Berkshire Hathaway, Mark Zuckerberg uno dei 5 fondatori di Facebook, Larry Ellison co-fondatore di Oracle, Larry Page co-fondatore di Google, Sergey Brin co-fondatore di Google), 10% un solo spagnolo (Amancio Ortega, fondatore di Zara), 10% un solo messicano (Carlos Slim, proprietario di Telmex, Telcel, América Móvil), ed un ultimo 10% sempre un solo francese (Bernard Arnault, fondatore del gruppo LVMH).

 

Classifica 2017 dei Top 10 Miliardari (Billionaires) nel Mondo – Chi sono e quali Aziende hanno creato?

  1. Jeff Bezos, con $ 101,0 Miliardi di dollari

(fondatore di Amazon. U.S.A. (Stati Uniti), settore Tech/E-Commerce)

  1. Bill Gates, con $ 89,2 Miliardi di dollari

(fondatore di Microsoft. U.S.A. (Stati Uniti), settore Tech/Software)

  1. Warren Buffett, con $ 79,2 Miliardi di dollari

(proprietario della Berkshire Hathaway. U.S.A. (Stati Uniti), settore Finanza)

  1. Amancio Ortega, con $ 75,9 Miliardi di dollari

(fondatore di Zara. Spagna, settore Retail)

  1. Mark Zuckerberg, con $ 75,4 Miliardi di dollari

(uno dei 5 fondatori di Facebook. U.S.A. (Stati Uniti), settore Tech/Internet/Social)

  1. Carlos Slim, con $ 63,0 Miliardi di dollari

(proprietario di Telmex, Telcel, América Móvil. Messico, settore Telecomunicazioni)

  1. Bernard Arnault, con $ 61,0 Miliardi di dollari

(fondatore del gruppo LVMH. Francia, settore Lusso)

  1. Larry Ellison, con $ 54,2 Miliardi di dollari

(co-fondatore di Oracle. U.S.A. (Stati Uniti), settore Tech/Software)

  1. Larry Page, con $ 52,8 Miliardi di dollari

(co-fondatore di Google. U.S.A. (Stati Uniti), settore Tech/Internet/Motori di Ricerca)

  1. Sergey Brin, con $ 51,5 Miliardi di dollari

(co-fondatore di Google. U.S.A. (Stati Uniti), settore Tech/Internet/Motori di Ricerca)

 

Fonte / Dati: Bloomberg Billionaires Index

 

******************************************

Marketing? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: Dominano, con il 70%, la classifica 2017 dei top 10 Miliardari (Billionaires) nel Mondo gli imprenditori negli U.S.A. (Stati Uniti).

 

E-Commerce e Marketing: Idee per i Regali di Natale. Classifica delle cose da regalare per il 2017

WebMarketingManager.net – Il 68% dei regali di Natale saranno tecnologici (accessori, smartphone, computer portatili/laptop/notebook, consolle, TV, ecc.). La spesa media sarà di $ 478 dollari.

Superati i giorni delle “americanate” Black Friday e Cyber Monday, dove in molti hanno avuto l’illusione d’aver fatto “un buon affare” comprando prodotti (che neppure desideravano realmente), si avvicina il Natale 2017, e per chi vuole fare un regalo utile, o migliorare la propria strategia e-commerce abbiamo delle indicazioni per un marketing completo inerente i desideri dei consumatori/utenti per il periodo natalizio.

Classifica delle cose da regalare per il 2017, Idee per i Regali di Natale:

  1. Headphones (Cuffie), per il 38%
  2. SmartPhone (Telefono “intelligente”), per il 27%
  3. Bluetooth speaker (Altoparlante Bluetooth), per il 27%
  4. Laptop (Computer Portatile), per il 25%
  5. Tablet, per il 23%
  6. Digital media player (Lettore multimediale digitale), per il 22%
  7. TV (Televisione), per il 20%
  8. Game consolle (Console per giocare), per il 17%
  9. Activity tracker (Tracker di attività sportive/varie), per il 17%
  10. SmartWatch (Orologio “intelligente”), per il 16%
  11. Smart speaker (Altoparlante “intelligente”), per il 15%
  12. eReader (Lettore elettronico per libri digitali/files/ebook), per il 13%

La ricerca è stata effettuata in U.S.A. (Stati Uniti) su un campione di 1.008 adulti, tramite intervista telefonica nel mese di Settembre 2017.

Fonte / Dati: Consumer Technology Association

******************************************

E-Commerce e Marketing? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: La tecnologia è sempre più presente tra le persone e sempre più “parte integrante” della vita quotidiana/abitudini.

 

Brand Awareness: Quali sono i Brands (Marche) con un impatto positivo sulle comunità?

WebMarketingManager.net – Per brand awareness si intende la notorietà di marca. La notorietà (o consapevolezza) di marca e definisce la capacità di una domanda di identificare un particolare brand.

Classifica dei Brands (Marche) con un impatto positivo sulle comunità – Dati Ottobre 2017:

  1. UPS, con il 66%
  2. com (United States Postal Service), con il 66%
  3. Walmart, con il 65%
  4. FedEx, con il 63%
  5. The Home Depot, con il 63%
  6. Walgreens, con il 62%
  7. Amazon, con il 62%
  8. Dollar Tree, con il 62%
  9. Google, con il 62%
  10. Lowe’s, con il 61%

La ricerca effettuata su 330.488 persone, dal 15 Luglio 2017 al 15 Ottobre 2017.

Fonte / Dati: Morning Consult

******************************************

Brand Awareness? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: Vedere Amazon al numero 7, e Google al numero 9 della classifica dei brands che hanno un impatto positivo per le proprie comunità, è un indicatore che “non è oro tutto ciò che luccica”.

Aldilà dei fatturati Miliardari, entrambi non sono neppure nella top 5 (prime 5 posizioni).

 

Social Media Marketing: Facebook è alla frutta: Copia ancora l’app Snapchat tramite Messenger

WebMarketingManager.net – L’antico “vizietto” (quello di copiare le idee degli altri) di Mark Zuckerberg (fondatore di Facebook) non è nuovo, ma ha origine già nel 2003 (ben 14 anni fa, anno della fondazione di Facebook). Prima di continuare ecco un VIDEO per ricordare:

 

 

Dunque, Facebook non ha più idee, non innova e l’unica cosa che riesce a fare “bene” è “copiare come i cinesi” le idee ed i servizi di altri “social / app”, ed anche in questa occasione Facebook copia Snapchat.

 

Leggi anche: Social Media Marketing: Facebook paga solo l’1% di Tasse sugli Utili grazie ai Paradisi Fiscali (OffShore)

Social Media Marketing: Facebook paga solo l’1% di Tasse sugli Utili grazie ai Paradisi Fiscali (OffShore)

 

Cosa ha copiato (nuovamente) Facebook da Snapchat?

– streak

 

Cosa rappresenta la funzione streak attualmente usata da Snapchat e copiata da Facebook?

La streak è una funzione di Snapchat e mette in evidenza, tramite l’icona di una fiamma, i migliori “amici”, ovvero le persone con cui si hanno contatti più frequentemente. E’ presente anche un numero, che indica il totale dei giorni da quando ci si sta scrivendo / scambiano foto e video.

 

La funzione copiata da Facebook è già attiva in versione test (con l’emoji di una saetta), su un numero limitato di utenti registrati a Messenger (Messenger (il cui nome è stato a sua volta rubato da MSN Messenger di Microsoft (Windows Live Messenger)) è l’app chat di Facebook, altra copia di WhatsApp, che Facebook ha comprato nel Febbraio del 2014 per $ 14 Miliardi di dollari).

L’obiettivo di Facebook, è quello di invogliare gli utenti a rimanere più tempo su Facebook, vista la perdita del -45% del tempo medio trascorso per utente, rif. articolo pagina: https://webmarketingmanager.net/social-media-marketing-facebook-ha-perso-il-45-del-tempo-medio-trascorso-per-utente/

Fonte / Dati: Facebook, Snapchat

******************************************

Social Media Marketing? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: entro 2 anni, se Facebook non sarà in grado di “trattenere” più tempo i propri utenti sul “social network”, non sarà più il primo “social” con il più alto tempo medio trascorso per utente.

E’ giunto il momento d’esplorare nuove piattaforme “social” e fare test da oggi ed entro i prossimi 2 anni, qualora Facebook, non dovesse essere più il “social” preferito dagli utenti (come tempo trascorso), sarebbe opportuno disporre di nuove “fonti di traffico”, prima del crollo di Facebook.

Guarda molto bene il video, sopra citato, e capirai la vera storia di Facebook e del suo fondatore Mark Zuckerberg “il ladro di idee”.

 

Internet Marketing: Quanti Italiani collegati ad Internet da Mobile e da PC? – Dati Settembre 2017

WebMarketingManager.net – Quanti sono i minuti giornalieri trascorsi online dagli utenti d’Internet in Italia? Quanti si sono collegati online da P.C. (Personal Computer – Desktop) e quanti da mobile (smartphone e tablet)?

Il 53,0% delle donne si collegano online con il proprio smartphone e/o tablet, mentre gli uomini che hanno trascorso il proprio tempo su Internet da mobile sono il 50,6%.

 

Tutti (media totale: uomini + donne):

20,0% da P.C. (Personal Computer): desktop e/o notebook

51,8% da smartphone e tablet (mobile)

 

Uomini:

22,4% da P.C. (Personal Computer): desktop e/o notebook

50,6% da smartphone e tablet (mobile)

 

Donne:

17,6% da P.C. (Personal Computer): desktop e/o notebook

53,0% da smartphone e tablet (mobile)

 

Quanto tempo si è stati online nel mese di Settembre 2017? – Totale minuti spesi online nel giorno medio:

  • bambini da 2-10 anni:

2,6% da P.C. (Personal Computer): desktop e/o notebook

2,6% da smartphone e tablet (mobile)

 

  • ragazzi adolescenti da 11-17 anni

7,3% da P.C. (Personal Computer): desktop e/o notebook

7,3% da smartphone e tablet (mobile)

 

  • giovani da 18-24 anni:

17,4% da P.C. (Personal Computer): desktop e/o notebook

62,8% da smartphone e tablet (mobile)

 

  • giovani adulti da 25-34 anni

25,4% da P.C. (Personal Computer): desktop e/o notebook

62,1% da smartphone e tablet (mobile)

 

  • adulti da 35-54 anni

29,3% da P.C. (Personal Computer): desktop e/o notebook

59,7% da smartphone e tablet (mobile)

 

  • adulti anziani da 55-74 anni

17,6% da P.C. (Personal Computer): desktop e/o notebook

34,0% da smartphone e tablet (mobile)

 

Fonte: Audiweb / Total Digital Audience – Settembre 2017

******************************************

Internet Marketing? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: Dati di Settembre 2017, sulla distribuzione del tempo online che gli utenti trascorrono su Internet in Italia ogni giorno, collegandosi online con il P.C. (Personal Computer), lo smartphone e/o il tablet.

 

Social Media Marketing: Classifica degli Influencer di Instagram, con maggiore crescita di Followers – Novembre 2017

WebMarketingManager.net – Abbiamo il 60% che è rappresentato dalla “categoria”: attori/attrici. La ricerca analizza la crescita dei followers, relativi alle ultime 4 settimane (1 mese), analizzando gli accounts di Instagram con almeno 100.000 followers in lingua inglese.

Classifica degli Influencer di Instagram, con maggiore crescita di Followers – Novembre 2017:

  1. Dacre Montgomery, +448% (882.000 followers in più in 4 settimane)
  2. David Harbour, +364% (1.455.000 followers in più in 4 settimane)
  3. Joe Keery, +272% (2.767.000 followers in più in 4 settimane)
  4. Daniela Rodriguez, +211% (160.000 followers in più in 4 settimane)
  5. Natalia Dyer, +183% (2.085.000 followers in più in 4 settimane)
  6. Noah Schnapp, +151% (3.574.000 followers in più in 4 settimane)
  7. Kevin Lilliana, +140% (287.000 followers in più in 4 settimane)
  8. Tekashi, +138% (678.000 followers in più in 4 settimane)
  9. Dallas Keuchel, +133% (124.000 followers in più in 4 settimane)
  10. Charlie Heaton, +131% (1.982.000 followers in più in 4 settimane)

Fonte / Dati: InfluencerDB

******************************************

Social Media Marketing? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: Alla luce di queste “improvvise crescite di followers” in meno di 4 settimane (1 mese), come diceva il buon Antonio Lubrano: “La domanda nasce spontanea”: quanti di questi followers sono persone reali e quanti sono bot/software/computer/utenti zombie?

 

Social Media Marketing: Tencent (Cina) supera Facebook: $ 529,9 Miliardi di dollari di Capitalizzazione

WebMarketingManager.net – Mentre tutti erano pronti a brindare un 2017 tutto “made in U.S.A. (Stati Uniti)”, si aggiungono alla lista degli invitati: Tencent ed anche Alibaba (sito e-commerce che fa concorrenza ad Amazon), entrambi gruppi cinesi.

Ed è arrivato il grande sorpasso prima della fine del 2017: il Gruppo Facebook (WhatsApp, Instagram, Facebook stesso) è stato superato dal Gruppo Tencent (WeChat/Weixin, QQ , Qzone, Riot Games, Supercel) (Cina) come valore di capitalizzazione.

Leggi anche: Social Media Marketing: Facebook e Tencent (Cina) sono i 2 gruppi “social” Più Grandi

Social Media Marketing: Facebook e Tencent (Cina) sono i 2 gruppi “social” Più Grandi

Classifica delle maggiori aziende per capitalizzazione – Dati aggiornati al 21 Novembre 2017:

  1. Apple, con $ 889,0 Miliardi di dollari
  2. Alphabet (Google), con $ 718,8 Miliardi di dollari
  3. Microsoft, con $ 645,9 Miliardi di dollari
  4. Amazon, con $ 549,1 Miliardi di dollari
  5. Tencent, con $ 529,9 Miliardi di dollari
  6. Facebook, con $ 528,5 Miliardi di dollari
  7. Alibaba, con $ 488,7 Miliardi di dollari
  8. Berkshire Hathaway (Warren Buffett), con $ 452,3 Miliardi di dollari

Fonte / Dati: YChart

Leggi anche: Social Media Marketing: Facebook e Tencent (Cina), Analisi Fatturato – 2° Trimestrale 2017

Social Media Marketing: Facebook e Tencent (Cina), Analisi Fatturato – 2° Trimestrale 2017

******************************************

Social Media Marketing? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: La Cina continua con la sua avanzata silenziosa in Europa ed in U.S.A. (Stati Uniti).

 

Marketing: Ricerca sulle Strategie del 2017 per avere Clienti e Vendite con la Lead Generation

WebMarketingManager.net – In un “mercato dopato” fatto di Like e Followers senza ROI (Return on Investment) ed anche di “chiacchiere, pettegolezzi e “guru” (fenomeni) improvvisati dell’ultima ora” dove tutti vogliono venderci i loro corsi, i loro eventi, i loro libri, per “insegnarci come si fa” e per conoscere “la migliore strategia d’applicare” per avere più clienti e vendite, arriva in nostro aiuto una ricerca (gratuita) che ci elenca le principali strategie del 2017 utilizzate “sul campo” (dai veri professionisti) per ottenere realmente clienti e vendite (e non like o followers sui vari “social networks del tempo libero” che pagano solo l’1% di tasse grazie ad accordi fatti con nazioni/stati/paradisi fiscali (offshore)).

Analizziamo le 7 strategie più utilizzate da chi ha, concretamente ottenuto risultati, investendo milioni di dollari/euro nel corso dell’anno 2017 che sta per concludersi:

  1. Content download (contenuto gratuito da scaricare: ebook, guide, tutorial, ecc.), nel 66% dei casi
  2. Webinar registration (fare registrare l’utente ad un webinar (seminario online) dove si spiega un qualcosa “affine” al proprio servizio/prodotto, per ottenere la sua fiducia dimostrandogli che siamo competenti in quel determinato campo), per il 45%
  3. Demo request (raccogliere richieste da potenziali clienti interessati a ricevere una demo (dimostrazione parziale) del prodotto/servizio per valutarlo), per il 37%
  4. Suvery/poll (indagini e sondaggi), per il 26%
  5. Free trial (prova gratuita per un tempo limitato di un prodotto/servizio/software), per il 22%
  6. Subscriber (Abbonamenti ad un servizio), per il 21%
  7. Contest/promotion (Concorsi), per il 16%

Queste sopra elencate sono le maggiori 7 strategie utilizzate nel 2017 dai top marketers, a livello mondiale, nel campo più difficile del B2B (Business to Business). Naturalmente le stesse strategie si possono replicare anche per il B2C (Business to Consumer).

L’unico obiettivo delle 7 strategie sopra elencate, rimane sempre lo stesso, ed è: ottenere i dati del proprio target/utenti, per poi fidelizzarli “spostandoli” in un funnel di vendita, mediante attività di e-mail marketing/servizi di messaggistica istantanea: apps/social.

Fonte / Dati: Ascend2, “B2B Lead Generation to Increase Conversions” – 26 Settembre 2017

******************************************

Marketing e Lead Generation? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: Nulla di nuovo per i veri “addetti ai lavori”, ma sicuramente un buon punto di partenza per chi non ha le idee chiare (distratto dall’ottenere troppi like e followers), o per chi si avvicina alla lead generation, e non vuole sprecare i propri soldi in attività social FUFFA networks.

 

Social Media Marketing: Facebook ha Perso il -45% del Tempo medio trascorso per Utente

WebMarketingManager.net – Nel 2016, su Facebook il tempo medio trascorso per utente era di 32 ore e 43 minuti. Mentre nel 2017, c’è stato il crollo fino ad arrivare a 18 ore e 24 minuti (-45%).

Con questo trend negativo, se Facebook non migliorerà l’engagement (l’impegno dei propri utenti) entro 2 anni, potrebbe non essere il social network numero 1, come tempo medio trascorso per utente.

Tuttavia, Facebook rimane, per il momento, il principale “social network” più utilizzato al Mondo (nonostante la qualità dei contenuti scritti dagli utenti lasci molto a desiderare…).

Classifica del Tempo medio trascorso per Utente, negli U.S.A. (Stati Uniti), nel 2017:

  1. Facebook, con 18,24 ore
  2. Snapchat, con 4,00 ore
  3. Twitter, con 3,02 ore
  4. Facebook Messenger, con 1,34 ore

Fonte / Dati: Verto Analytics, “Verto Index: Social Media Apps and Websites” – 31 Ottobre 2017

La ricerca è stata effettuata tramite utenti con età superiore ai 18 anni, in ogni piattaforma “social” analizzato.

******************************************

Social Media Marketing? Contatti – E-Mail: info@WebMarketingManager.net

******************************************

Focus on: Avere un -45%, sul tempo medio trascorso per utente, in appena un anno, è un chiaro segnale di crisi per Facebook.

Grandi cambiamenti in arrivo per il 2018, e per il 2019 chissà, forse avremo un nuovo “social” dove le persone potranno trascorrere la maggior parte del proprio tempo.