Internet Marketing: Quante Persone hanno usato Internet a Maggio 2017, in Italia?

WebMarketingManager.net30,4 Milioni di utenti, sono stati online, nel mese di Maggio 2017, in Italia. Dal totale mensile abbiamo 23,3 Milioni di persone che si sono collegate ad Internet ogni giorno, trascorrendo in media 2,26 ore sul web.

12,4 Milioni di persone si sono collegate ad Internet, “solo da mobile” (smartphone e/o tablet) nel mese di Maggio 2017. Questo significa che durante il mese analizzato, non hanno utilizzato ne’ il P.C. (Personal Computer – Desktop) e ne’ il notebook (computer portatile).

Pubblicati i dati ufficiali del mese di Maggio 2017, relativi a quanti utenti si sono collegati ad Internet in Italia.

20,4 Milioni di persone (popolazione compresa tra i 18 ed i 74 anni) si sono collegate ad Internet, ogni giorno, anche da mobile (smartphone e/o tablet) nel mese di Maggio 2017.

Mentre sono stati  11,0 Milioni gli italiani online da P.C. (Personal Computer – Desktop) e notebook (computer portatile) (popolazione con età superiore ai 2+ anni). Pubblicati i dati ufficiali del mese di Maggio 2017, relativi a quanti utenti si sono collegati ad Internet in Italia.

Quanti italiani hanno utilizzato, in totale, Internet nel mese di Maggio 2017?

  • 30,4 Milioni di utenti online*

*Device rilevati: P.C. (Personal Computer – Desktop)/notebook (computer portatili) e mobile (smartphone e tablet)

Qual è stato il tempo medio totale, nel mese di Maggio 2017, per ogni utente connesso online?

  • 57 ore e 46 minuti

Quante persone si collegano ad Internet ogni giorno, in Italia?

23,3 Milioni di utenti, online in media per 2 ore e 26 minuti per persona.

di cui:

  • 11,0 Milioni gli utenti online connessi da un computer desktop (P.C. – Personal computer e/o notebook)
  • 20,4 Milioni online anche da mobile (in prevalenza cellulari smartphones, ed anche in minima parte tablet)

Quanto tempo è stato trascorso online, nel mese di Maggio 2017?

  • 1 ora e 6 minuti, per gli utenti P.C. (Personal Computer – Desktop/notebook (computer portatili)
  • 2 ore e 11 minuti, per gli utenti mobile (smartphone e tablet)

Quanti italiani hanno navigato sul web, da mobile, utilizzando esclusivamente lo smartphone e/o tablet?

– 12,4 Milioni di italiani tra i 18 e i 74 anni si sono collegati ad Internet da mobile.

Fonte: Audiweb / Total Digital Audience – Maggio 2017

******************************************

Internet Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: Dati di Maggio 2017, sugli utenti attivi che utilizzano internet in Italia ogni giorno ed ogni mese, collegandosi online con il P.C. (Personal Computer), lo smartphone e/o il tablet.

******************************************

Internet Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#Internet Marketing #Internet #Marketing  #AudiWeb #Nielsen #Maggio 2017 #Web #Italia #Utenti #OnLine #Persone #Utenti Attivi Giorno #Utenti Attivi Mese #Utenti Unici #PC #Mobile #Computer #Smartphone #Tablet #Desktop #Notebook #Smartphones

 

E-Commerce: Accordo fatto tra Nike ed Amazon, dopo anni di rifiuti

WebMarketingManager.net – Ci sono voluti anni di trattative e rifiuti, ma nel 2017, anche Nike ha capito che per un e-commerce vincente bisogna essere presente anche e soprattutto su Amazon.

Scarpe ed abbigliamento sportivo di Nike, adesso potranno essere comprati anche su Amazon. Lo shopping tradizionale ed i grandi magazzini “OffLine” sono in crisi da anni, le vendite crollano, ma Amazon cresce e si espande, in ogni settore: dal food al farmaceutico (notizia di queste ore).

Perché Nike, ha fatto l’accordo di vendita dei propri prodotti sull’e-commerce di Amazon?

  • Adidas, ha raddoppiato la propria quota di mercato negli U.S.A. (Stati Uniti), in meno di 1 anno.

Qual è la quota di mercato di Nike negli U.S.A. (Stati Uniti)?

  • 45%

Qual è la quota di mercato di Adidas negli U.S.A. (Stati Uniti)?

  • 10%

Crescono anche altri brands, tra cui: Under Armour.

Campanello d’allarme suonato per Nike, che ha paura di perdere le proprie quote di mercato, in U.S.A. (Stati Uniti) ed anche nel resto del Mondo. Ecco perché Nike ha scelto di vendere i propri prodotti sull’e-commerce di Amazon.

Ma la “resistenza” è ancora molta, da parte di Nike: saranno presenti su Amazon soltanto alcuni prodotti. L’altra grande paura di Nike è quella di “massificare” (vendere alla massa) i propri prodotti, perdendo la propria percezione “di nicchia” del brand, vendendo al “grande pubblico”.

Qual è la strategia di vendita di Nike?

  • vendite dirette solo al proprio target

Quanto ha fatturato il gruppo Nike nel 4° trimestre 2016?

  • 8,68 Miliardi di dollari (+5%)

Quali sono i mercati che hanno fatto guadagnare maggiormente Nike?

  • Cina (+11%)
  • mercati emergenti

Analisi fatturato, 4° trimestre 2016, Nike e Converse:

Converse, altro brand di proprietà di Nike, è cresciuto del +10%, arrivando a 554 Milioni di dollari.

Mentre le vendite dei prodotti con il solo marchio Nike sono salite del +7% a quota 8,1 Miliardi di dollari.

Dati positivi anche per il brand: Jordan.

Fonte: Amazon / Nike

******************************************

E-Commerce? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: E se anche Nike per le attività e-commerce, alla fine ha ceduto ad Amazon, un motivo ci sarà…

******************************************

E-Commerce? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#E-Commerce #Amazon #Nike #Shopping #Adidas #Under Armour #Cina #Mercati Emergenti #Converse #Jordan #Distribuzione #GDO #ECommerce #Grande Distribuzione Organizzata #Negozi #E Commerce #Grande Distribuzione

 

Social Media Marketing: Classifica Mondiale iscritti ai Social Media ed App – Giugno 2017

WebMarketingManager.netFacebook, ha raggiunto quota 2 Miliardi di iscritti (così dichiara, chi lo ha “inventato”). Tra questi, mancano i dati su quanti Milioni di utenti/iscritti siano veri e su quanti siano falsi: bot / software. Attendiamo una ricerca/società indipendente che attesti/certifichi la veridicità dei dati rilasciati dai vari “social networks del tempo libero”.

Quanti sono gli iscritti/utenti (presunti) nel Mondo ai Social Networks ed alle apps (applicazioni) per smartphones a Giugno 2017? Dati ufficiali, rilasciati dalle stesse società.

Classifica dei Social Media/Networks/App con più iscritti – Dati Aggiornati a Giugno 2017:

  1. Facebook, con 2 Miliardi di iscritti
  2. YouTube, con 1,5 Miliardi di iscritti
  3. Facebook Messenger, con 1,2 Miliardi di iscritti
  4. WhatsApp (proprietà di Facebook), con 1,2 Miliardi di iscritti
  5. WeChat, con 889 Milioni di iscritti
  6. Instagram (proprietà di Facebook), con 700 Milioni di iscritti
  7. Twitter, con 328 Milioni di iscritti (di cui 48 Milioni falsi, rif. articolo pagina: https://webmarketingmanager.net/social-media-marketing-twitter-ha-48-milioni-di-profili-falsi-sono-bot-robots/)
  8. Snapchat, con 255 Milioni di iscritti (dati approssimativi)

Fonte / Dati: Facebook, YouTube, Facebook Messenger, WhatsApp, WeChat, Instagram, Twitter, Snapchat

******************************************

Social Media Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: La verifica è ormai necessaria. E’ richiesta una società indipendente che dia valore a questi “numeri social” dichiarati dai vari “founder” dei “social networks del tempo libero”.

******************************************

Social Media Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#Social Media Marketing #App #Facebook #YouTube #Facebook Messenger #WhatsApp #WeChat #Instagram #Twitter #Snapchat #Social Media #Marketing #Social Network #Infografica #Applicazioni #Smartphone #Social Networks #Giugno 2017 #Smartphones #Chat #Giugno #Social #Classifica

 

Brand Reputation: Classifica Italia dei Brands preferiti dai Millennials – Giugno 2017

WebMarketingManager.net – La ricerca è stata effettuata, alla fine del 2016, in 19 nazioni. In Italia, è stato intervistato online un campione rappresentativo di 4.000 adulti e su 100 brands. La selezione dei 100 brands è stata effettuata in base alle quote di mercato, investimenti pubblicitari e rilevanza complessiva in Italia.

I Millennials sono 9 Milioni di Italiani con età compresa tra i 22 e i 34 anni, conosciuti anche come: Generazione Y, Generation Next o Net Generation, sono ragazzi/e nati/e tra i primi anni del 1980 e i primi anni 2000.

Quali sono i fattori chiave che determinano l’influenza di un brand (marca) ?

  • Engagement (coinvolgimento)
  • Leading edge (innovazione e capacità di fare tendenza)
  • Trust (fiducia e affidabilità)
  • Corporate citizenship (impegno e ruolo sociale)
  • Presence (presenza)

Classifica Italia dei Brands preferiti dai Millennials – Giugno 2017:

  1. Google
  2. Amazon
  3. WhatsApp
  4. Facebook
  5. Youtube
  6. Samsung
  7. Nutella
  8. RyanAir
  9. Ikea
  10. Instagram

Fonte: Ipsos / The Most Influential Brands

******************************************

Brand Reputation? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: Da notare come le nuove generazioni stiano abbandonando velocemente: Facebook, YouTube ed Instagram, nelle proprie preferenze. Probabilmente questi brands sono percepiti dai Millennials come “troppo vecchi” come social networks.

Nonostante l’età, domina Google, al primo posto, seguito da Amazon. Mentre WhatsApp ottiene un dignitoso terzo posto.

******************************************

Brand Reputation? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#Brand Reputation #Millennial #Italia #Brand #Reputation #Ipsos #Google #Amazon #WhatsApp #Facebook #Youtube #Samsung #Nutella #RyanAir #Ikea #Instagram #Brands Reputation #Brands #The Most Influential Brands #Social Networks #Influential Brands #Social Network #Social Media Marketing #Social Media #Marketing #Social #Millennials

 

E-Commerce: Multa da 2,42 Miliardi di Euro a Google per Google Shopping

WebMarketingManager.net – L’U.E. (Unione Europea) ha multato Google per abuso di posizione dominante per il servizio Google Shopping. Aperte le indagini anche per: Apple, Amazon, Starbucks, e McDonalds.

Entro 90 giorni (3 mesi), Google dovrà porre fine alle pratiche scorrete di Google Shopping, altrimenti arriverà una nuova multa che potrà arrivare fino al 5% del fatturato giornaliero della società Alphabet (Google).

Google ha abusato della sua posizione dominante nel campo dei motori di ricerca, avendo un vantaggio illegale nel suo servizio di comparazione prodotti conosciuto come: Google Shopping.

Google ha già annunciato, tramite il proprio vicepresidente senior e consigliere generale Kent Walker che “quando si fa shopping online, si vogliono trovare i prodotti che si stanno cercando in modo veloce e facile”.

Non siamo rispettosamente d’accordo con le conclusioni annunciate oggi”

“Rivedremo la decisione della Commissione in dettaglio in quanto stiamo considerando di fare ricorso, e continueremo a perorare la nostra causa”.

L a Commissione  dell’U.E. (Unione Europea) per mezzo della commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager, dichiara che:

Google ha sistematicamente dato maggior risalto al suo servizio di comparazione degli acquisti: quando un utente cerca su Google un prodotto, il suo servizio di shopping gli propone le varie possibilità accanto ai risultati in alto, quindi molto visibili. I servizi di comparazione degli acquisti dei suoi rivali, sono invece lasciati nella colonna dei risultati generici, selezionati dagli algoritmi generici. “

“Il problema è che i consumatori cliccano molto più spesso sui prodotti più visibili e quindi su quelli sponsorizzati da Google. I numeri non lasciano dubbi i risultati sulla prima pagina guadagnano il 95% di tutti i click, quelli sulla seconda solo l’1%.

Google ha abusato della sua posizione dominante sul mercato della ricerca per promuovere il suo servizio di comparazione dello shopping nei suoi risultati, declassando quelli dei suoi concorrenti”

Quello che ha fatto Google è illegale per le regole antitrust”

Google ha negato alle altre aziende la possibilità di competere sui loro meriti e di innovare e più importante ancora ha negato ai consumatori U.E. (Unione Europea) una scelta genuina di servizi

Fonte: Unione Europea

******************************************

E-Commerce? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: Google in primis, aperte le indagini anche su Apple, Amazon, Starbucks, e McDonalds. Finalmente l’U.E. (Unione Europea) ha capito che queste aziende americane “paladine della libertà” e dei loro finti “valori futuristici”, altro non sono che degli “invasori scorretti” (nonché evasori fiscali) nel mercato europeo.

E’ giunto il momento di fermarli.

******************************************

E-Commerce? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#E-Commerce #Google #Alphabet #Google Shopping #ECommerce #Shopping #E Commerce #Shopping OnLine #UE #Margrethe Vestager #Unione Europea #EU #European Union #Starbucks #Apple #Amazon #McDonalds #Antitrust #Monopolio #Americani #Garante #Concorrenza #Antitrust Europeo #Concorrenza Sleale #Aziende Americane #Reato #Multa #USA #America #Aziende #Evasori Fiscali

 

Brand Reputation: Classifica Italia dei Brands preferiti dai Boomers – Giugno 2017

WebMarketingManager.net – I Boomers sono 15 Milioni di italiani con età compresa tra i 52 ed i 70 anni, persone nate tra il 1945 ed il 1964).

La ricerca è stata effettuata, alla fine del 2016, in 19 nazioni. In Italia, è stato intervistato online un campione rappresentativo di 4.000 adulti e su 100 brands. La selezione dei 100 brands è stata effettuata in base alle quote di mercato, investimenti pubblicitari e rilevanza complessiva in Italia.

Quali sono i fattori chiave che determinano l’influenza di un brand (marca) ?

  • Engagement (coinvolgimento)
  • Leading edge (innovazione e capacità di fare tendenza)
  • Trust (fiducia e affidabilità)
  • Corporate citizenship (impegno e ruolo sociale)
  • Presence (presenza)

Classifica Italia dei Brands preferiti dai Boomers – Giugno 2017:

  1. WhatsApp
  2. Google
  3. Microsoft
  4. Amazon
  5. Apple
  6. Samsung
  7. Facebook
  8. Coop
  9. Parmigiano Reggiano
  10. Grana Padano

Fonte: Ipsos / The Most Influential Brands

******************************************

Brand Reputation? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: Da notare come le generazioni più “mature” si stiano avvicinando ai brands dei giovani: Facebook, e WhatsApp, nelle proprie preferenze. Probabilmente questi brands sono percepiti dai Boomers come “giovani” e tendono ad emulare i figli (che li usano di meno, rispetto ai genitori).

Nonostante la giovane età, domina WhatsApp, al primo posto, seguito da Google. Mentre Microsoft si posiziona al terzo posto.

******************************************

Brand Reputation? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#Brand Reputation #Boomer #Italia #Brand #Reputation #Ipsos #WhatsApp #Google #Microsoft #Amazon #Apple #Samsung #Facebook #Coop #Parmigiano Reggiano #Grana Padano #Brands Reputation #Brands #The Most Influential Brands #Social Networks #Influential Brands #Social Network #Social Media Marketing #Social Media #Marketing #Social #Boomers

 

Social Media Marketing: Snapchat crea la Mappa degli Amici OnLine (GeoLocalizzazione)

WebMarketingManager.netSnapchat crea e lancia sul mercato un nuovo servizio di geolocalizzazione: la Snap Map. Si potrà condividere in tempo reale la propria posizione fisica con gli “amici” (iscritti al social network).

Sarà una vera e propria mappa all’interno dell’app, grazie alla quale, Snapchat, spera d’aumentare il livello di coinvolgimento dei propri utenti, sempre più “distratti” da Instagram (proprietà di Facebook) e da Facebook.

Snap Map è una mappa interattiva dove gli utenti di Snapchat possono localizzare i propri amici e vedere dove si trovano fisicamente, oltre ai contenuti condivisi.

Da ricordare che anche Facebook ha da poco introdotto una funzione analoga chiamata: Live Location.

Snapchat, con questa novità, diventa un’app social di geolocalizzazione, che si basa sulla localizzazione degli utenti tramite smartphone. Questa nuova funzione è già disponibile a livello mondiale, ed anche in Italia.

La Snap Map funziona sia per gli smartphones con sistema operativo iOS (iPhone) che per i dispositivi Android.

La tecnologia sviluppata per la creazione del nuovo servizio di Snapchat, sarebbe il frutto dell’acquisizione della startup francese specializzata in mappe social: Zenly (valore operazione tra i 250 ed i 350 Milioni di dollari).

Fonte: Snapchat / TechCrunch

******************************************

Social Media Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: Scommettiamo che a breve sia Instagram che Facebook copieranno la nuova funzione di Snapchat?

******************************************

Social Media Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#Social Media Marketing #Snap #Social Networks #Snapchat #Social Media #Marketing #Social #Snap Map #Social Network #GeoLocalizzazione #Telefono #Localizzazione #Smartphone #App #Chat #Cellulare #Content #Instagram #Facebook #Content Marketing #Live Location #Facebook Live Location #Smartphones #iOS #iPhone #Android #Italia #Italy #StartUp #Zenly #Mappe #Italy #TechCrunch

 

Brand Reputation: Brands in Italia preferiti dai Millennials e dai Boomers – Giugno 2017

WebMarketingManager.net – I Millennials sono 9 Milioni di Italiani con età compresa tra i 22 e i 34 anni, conosciuti anche come: Generazione Y, Generation Next o Net Generation, sono ragazzi/e nati/e tra i primi anni del 1980 e i primi anni 2000. I Boomers sono 15 Milioni di italiani con età compresa tra i 52 ed i 70 anni, persone nate tra il 1945 ed il 1964).

La ricerca è stata effettuata, alla fine del 2016, in 19 nazioni. In Italia, è stato intervistato online un campione rappresentativo di 4.000 adulti e su 100 brands. La selezione dei 100 brands è stata effettuata in base alle quote di mercato, investimenti pubblicitari e rilevanza complessiva in Italia.

Quali sono i fattori chiave che determinano l’influenza di un brand (marca) ?

  • Engagement (coinvolgimento)
  • Leading edge (innovazione e capacità di fare tendenza)
  • Trust (fiducia e affidabilità)
  • Corporate citizenship (impegno e ruolo sociale)
  • Presence (presenza)

Classifica Italia dei Brands preferiti dai Millennials (9 Milioni di Italiani con età compresa tra i 22 e i 34 anni, conosciuti anche come: Generazione Y, Generation Next o Net Generation, sono ragazzi/e nati/e tra i primi anni del 1980 e i primi anni 2000) – Giugno 2017:

  1. Google
  2. Amazon
  3. WhatsApp
  4. Facebook
  5. Youtube
  6. Samsung
  7. Nutella
  8. RyanAir
  9. Ikea
  10. Instagram

Classifica Italia dei Brands preferiti dai Boomers (15 Milioni di italiani con età compresa tra i 52 ed i 70 anni, persone nate tra il 1945 ed il 1964) – Giugno 2017:

  1. WhatsApp
  2. Google
  3. Microsoft
  4. Amazon
  5. Apple
  6. Samsung
  7. Facebook
  8. Coop
  9. Parmigiano Reggiano
  10. Grana Padano

Fonte: Ipsos / The Most Influential Brands

******************************************

Brand Reputation? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: Facebook, YouTube ed Instagram stanno perdendo consensi tra i giovani, perchèquesti brands sono percepiti dai Millennials come “troppo vecchi” come social networks. Nonostante l’età, domina Google, al primo posto, seguito da Amazon. Mentre WhatsApp è al terzo posto.

Per quanto riguarda le generazioni più “mature” si stanno avvicinando ai brands dei giovani: Facebook, e WhatsApp, perché probabilmente questi brands sono percepiti dai Boomers come “giovani” ed i genitori tendono ad emulare i figli più “tecnologici”. WhatsApp, al primo posto, seguito da Google. Mentre Microsoft è al terzo posto.

******************************************

Brand Reputation? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#Brand Reputation #Millennial #Boomer #Italia #Brand #Reputation #Ipsos #Google #Amazon #WhatsApp #Facebook #Youtube #Samsung #Nutella #RyanAir #Ikea #Instagram #Microsoft #Apple #Coop #Parmigiano Reggiano #Grana Padano #Brands Reputation #Brands #The Most Influential Brands #Social Networks #Influential Brands #Social Network #Social Media Marketing #Social Media #Marketing #Social #Millennials #Boomers

 

Marketing: Analisi Target dei Millennials e Boomers. Generazioni a confronto – Giugno 2017

WebMarketingManager.netCosa preferiscono i Millennials (italiani con età compresa tra i 22 e i 34 anni)? E cosa preferiscono i Boomers (italiani con età compresa tra i 52 ed i 70 anni)?

La ricerca è stata effettuata, alla fine del 2016, in 19 nazioni. In Italia, è stato intervistato online un campione rappresentativo di 4.000 adulti e su 100 brands. La selezione dei 100 brands è stata effettuata in base alle quote di mercato, investimenti pubblicitari e rilevanza complessiva in Italia.

Percentuale di utilizzo nella settimana:

  • Televisione: 98% per i Millennials, e 100% per i Boomers
  • Smartphone: 99% per i Millennials, e 91% per i Boomers
  • P.C. Desktop (Personal Compuer) e/o notebook (computer portatile): 95% per i Millennials, e 98% per i Boomers
  • Radio: 75% per i Millennials, e 70% per i Boomers
  • Telefono Fisso: 42% per i Millennials, e 62% per i Boomers
  • Libri e Giornali: 41% per i Millennials, e 59% per i Boomers
  • Tablet: 40% per i Millennials, e 37% per i Boomers
  • Giochi, Consolle (Es. Playstation, Xbox, ed altri): 24% per i Millennials, e 12% per i Boomers

I Millennials sono 9 Milioni di Italiani con età compresa tra i 22 e i 34 anni, conosciuti anche come: Generazione Y, Generation Next o Net Generation, sono ragazzi/e nati/e tra i primi anni del 1980 e i primi anni 2000.

Cosa preferiscono i Millennials?

  • digital, social
  • device
  • telco
  • travel
  • retail
  • food

I Boomers sono 15 Milioni di italiani con età compresa tra i 52 ed i 70 anni, persone nate tra il 1945 ed il 1964).

Cosa preferiscono i Boomers?

  • device
  • digital, social
  • retail
  • food
  • coffee
  • TV (televisione), entertainment

Fonte: Ipsos / The Most Influential Brands

******************************************

Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: A parte la lettura/acquisto di: giornali, libri e l’uso del telefono fisso (percentuale superiore da parte dei Boomers), i Millennials ed i Boomers non hanno differenze sostanziali.

******************************************

Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#Marketing #Millennial #Boomer #Italia #Ipsos #Brands #The Most Influential Brands #Social Networks #Influential Brands #Social Network #Social Media Marketing #Social Media #Marketing #Social #Millennials #Boomers #Analisi Target #Digital #Device #Telco #Travel #Retail #Food #Coffee  #TV #Televisione #Entertainment

 

E-Mail Marketing: Gmail (Google) e Yahoo Mail, Analisi target utenti Eta’ – Giugno 2017

WebMarketingManager.net – Il dato totale è il seguente: il 44% degli utenti utilizzano Gmail (Google), come servizio di posta elettronica, mentre solo il 26% utilizza Yahoo Mail. Analisi fasce d’età.

La ricerca è stata effettuata negli U.S.A. (Stati Uniti) su 2.528 adulti, tra il 15 ed il 19 Giugno 2017.

Analisi target utenti e-mail per fascia d’età – Giugno 2017:

  • 18 – 29 anni: il 61% utilizza Gmail (Google), mentre solo il 19% utilizza Yahoo Mail
  • 30 – 44 anni: il 54% utilizza Gmail (Google), mentre solo il 23% utilizza Yahoo Mail
  • 45 – 54 anni: il 36% utilizza Gmail (Google), mentre solo il 32% utilizza Yahoo Mail
  • 55 – 64 anni: il 36% utilizza Gmail (Google), mentre solo il 29% utilizza Yahoo Mail
  • 65+ anni: il 31% utilizza Yahoo Mail, mentre il 24% utilizza Gmail (Google)

Totale: il 44% degli utenti utilizza Gmail (Google), mentre solo il 26% utilizza Yahoo Mail

Il pubblico più giovane ha abbandonato Yahoo! ed il proprio servizio Yahoo! Mail, mentre Gmail  il servizio e-mail di Google, è il servizio di posta elettronica più diffuso.

L’unica fascia d’età nella quale Yahoo Mail, supera Gmail (Google) è quella relativa agli anziani/vecchi, utenti con età pari e superiore ai 65 anni.

Fonte: Morning Consult

******************************************

E-Mail Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: Yahoo! Mail, ha ormai concluso il proprio “ciclo vitale”. Gmail (Google), è diventata il nuovo “standard” preferito dagli utenti.

******************************************

E-Mail Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#E-Mail Marketing #E-Mail #Marketing #EMail Marketing #Yahoo! Mail #Gmail #Google #Email #Posta Elettronica #Mail #Morning Consult