Marketing Politico: Google, Nike, Airbnb e Starbucks contro Donald Trump

WebMarketingManager.net – Che dire… se non “lo avevamo ampiamente previsto”? Con Donald Trump come “presidente” degli U.S.A. (Stati Uniti) c’è un concreto pericolo per il Mondo civilizzato.

Crollano le Borse in tutto il Mondo. Milano chiude a -2,95%. Motivo? Le politiche del presidente Donald Trump in tema di immigrazione.

Ma come si fa? Come!?

L’ “americano medio” l’ha votato… e quindi… questa è “la democrazia” = Donald Trump presidente” degli U.S.A. (Stati Uniti). Anche se come si suol dire: “la democrazia non sempre sceglie il meglio”.

Ed arrivano i primi provvedimenti esecutivi firmati da Trump, contro gli immigrati negli U.S.A. (Stati Uniti).

Tutti a casa i rifugiati e gli immigrati musulmani di 7 Nazioni: Iraq, Iran, Yemen, Libia, Sudan, Somalia e Siria.

Google, Nike, Airbnb, Starbucks (e tutti noi con un minimo di cervello attivo – ndr) contro ogni forma di discriminazione.

L’ordine esecutivo di Donald Trump è contro la Costituzione e le leggi contro la discriminazione in U.S.A. (Stati Uniti).

La storia si ripete sempre: da Adolf Hitler in Germania a Benito Mussolini in Italia, ed ora… arriva Donald Trump in U.S.A. (Stati Uniti). L’essere umano non ha imparato nulla dai propri errori e non ha memoria storica.

******************************************

Marketing Politico? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: No Comment.

******************************************

Marketing Politico? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#Marketing Politico #Google #Nike #Airbnb #Starbucks #Donald Trump #Trump #Immigrazione #Immigrati #Lavoro #U.S.A. #Stati Uniti

 

Mobile Marketing: il 27% delle Coppie Litiga per il Cellulare Smartphone

WebMarketingManager.netItaliani, popolo di “litigiosi” per ogni cosa, anche per lo smartphone del proprio partner. Anche di notte controllano lo smartphone.

Cosa fanno gli italiani con il proprio cellulare smartphone? Leggono le notizie online, controllano le app di incontri, giocano e curiosano nei social networks.

Cosa fanno gli italiani con il proprio telefono smartphone e tablet?

  • app per giocare (80%)
  • controllare i social networks (72%)
  • per leggere le notizie (67%)
  • siti di incontri ed amicizia per cercare l’anima gemella (63%)
  • prenotare i viaggi (61%)

L’Italia è la nazione europea in cui il cellulare smartphone e tablet dividono le coppie e le famiglie

  • il 27% delle coppie hanno problemi a causa del cellulare smartphone e tablet del partner
  • il 27% dei figli è trascurato e rimprovera i genitori di utilizzare sempre il cellulare smartphone e tablet

Qual è la nazione dove si litiga meno in Europa?

  • L’Olanda, con solo il 13% delle coppie hanno problemi a causa del cellulare smartphone e tablet del partner

Problemi di salute e perdita del sonno (insonnia) a causa dell’utilizzo del cellulare smartphone e tablet

  • il 37% lo controlla di notte per vedere che ora è
  • il 15% per leggere i messaggi di WhatsApp
  • il 9% per controllare le e-mails

Cellulare smartphone e tablet ormai indispensabili per i managers e le persone in carriera

  • l’80% si addormenta con il proprio cellulare smartphone e tablet in mano
  • il 59% dei managers lo controlla oltre 200 volte al giorno
  • il 57% lo controlla al mattino appena svegli

Quali sono le marche/brands dei cellulari smartphones e tablet più regalati in Italia?

  • il 43% per Samsung
  • il 15% per Apple
  • il 12% per Nokia (marchio storico dell’era pre-smartphones)

Quali sono i migliori operatori telefonici, con maggiore gradimento?

  • il 32% sceglie Vodafone
  • il 30% preferisce Wind
  • il 26% è affezionato a Tim
  • il 24% gradisce la 3 (Tre) (H3G), da poco “incorporata” in Wind Tre

Le connessioni Wi-Fi sono preferite dal 48% degli italiani

Fonte: Deloitte / Global Mobile Consumers Survey

******************************************

Mobile Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: La dipendenza dal proprio cellulare smarphone e tablet ha raggiunto livelli molto preoccupanti con managers e dirigenti che controllano il proprio telefono oltre 200 volte al giorno.

******************************************

Mobile Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#Mobile Marketing #Deloitte #Global Mobile Consumers Survey #Smartphones #Cellulare #Smartphone #Tablet #Samsung #Apple #Nokia #Managers #dirigenti #WhatsApp #Email #Vodafone #Wind #Tim #3 #Tre #Wind Tre #Messaggi #App #Social Networks #Giocare #Notizie #Incontri #Amicizia #Dating #Viaggi

 

Mobile Marketing: 11 Milioni i Giovani Millennials: 2 ore giorno di Smartphone

WebMarketingManager.net – Cosa fanno 11 Milioni di Giovani Millennials, sul telefono smartphone per 2 ore e 41 minuti ogni giorno? Perdono tempo con i social networks (il 76%).

E che valore possono avere, per un investitore online, questi 11 Milioni di Giovani Millennials che passano 2 ore e 41 minuti al giorno con il proprio telefono smartphone?

11 Milioni di Giovani Millennials mantenuti dalle famiglie nel 48% dei casi: senza i soldi di mamma e papà, i “giovani millennials” non potrà comprare i prodotti che i grandi brands si illudono di vendergli attraverso i “social networks” che utilizza ogni giorno. Non resta che mettere un “like” (senza valore) ed immaginare d’averlo.

Chi sono i Giovani Millennials in Italia?

Per Millennials si intende la generazione nata tra gli anni 1980 e 2000, che a parere degli analisti starebbe “segnando” il passaggio alla società “digital”. Il 76% di questi Giovani Millennials sono utilizzatori dei social networks.

Entro il 2020 questa fascia d’età rappresenterà il 25% della popolazione di Europa e U.S.A. (Stati Uniti).

In poche parole si passano la giornata su YouTube, Facebook, Instagram, Twitter, a fare cosa?

  • 2 ore e 41 minuti al giorno a perdere sostanzialmente il loro tempo / vita, con video e foto false, oltre ad argomenti da bar che mai farebbero di persona.

Qual è il valore ha questo “target” (il 48%) per un investitore online? Analisi della composizione del target: Giovani Millennials:

  • sono disillusi e pessimisti, il 40% è convinto che non avrà mai lo stipendio dei propri genitori
  • non hanno soldi per farsi una famiglia
  • hanno bisogno dei soldi dei genitori per sopravvivere
  • stanno anche 4 ore 25 minuti al giorno davanti alla TV (televisione)
  • non sono in grado di risparmiare (il 45%)

Praticamente sono degli Zombie tenuti in vita dai propri genitori.

E se questi Giovani Millennials in Italia senza soldi e mantenuti da mamma e papà avessero i soldi cosa farebbero?

  • il 48% dei 16-17enni comprerebbe beni di consumo
  • il 64% dei 18-24enni vorrebbe rendersi autonomo dai genitori andando a vivere da solo
  • il 59% dei 25-34enni, penserebbe al futuro e risparmierebbe per proteggersi dagli imprevisti

Definiti come “target dinamico ed esigente” in termini di acquisti (con i soldi di mamma e papà, ovviamente):

  • il 79% di questi Giovani Millennials disillusi e pessimisti pensa però che i brands dovrebbero costantemente innovare i propri prodotti
  • il 49% crede nella comunicazione mirata ed intelligente come asset strategico per il brand

Fonte: Eurispes / Rapporto Italia Eurispes 2017

******************************************

Mobile Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: In conclusione questi Giovani Millennials, in Italia, trascorrono la giornata nel seguente modo:

  • 2 ore e 41 minuti al giorno sul telefono smartphone a perdere tempo sui social networks
  • 4 ore e 25 minuti al giorno davanti alla TV (televisione)

Oltre 7 ore al giorno come zombie attaccati ad uno schermo… se questo è “il futuro” dei Giovani Millennials

******************************************

Mobile Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#Mobile Marketing #Eurispes #Giovani #Millennials #Ricerca #Studio #Analisi #Target #Previsioni #Comunicazione #Italia

 

Web Marketing: Google (YouTube), Microsoft, Amazon ed Intel – Trimestrali 2016

WebMarketingManager.netRisultati positivi per Intel, Microsoft ed Amazon a Wall Street per l’ultima trimestrale del 2016. Google con YouTube ha raggiunto il “punto di saturazione” per la pubblicità.

Bene per Microsoft, e male per Google, trascinata al ribasso dalla “zavorra” YouTube, il social network dei video, è ormai saturo per gli spazi pubblicitari. Stessa cosa per Facebook.

4° Trimestrale del 2016 – ecco i dati:

  • Microsoft si attesta a 26,07 Miliardi di dollari, con un utile netto di 4,62 Miliardi di dollari grazie ai nuovi servizi di cloud (6,86 Miliardi di dollari) con il servizio Azure a +93% rispetto al 2015.
  • Alphabet (Google), arriva a 25,26 Miliardi di dollari (+22%), con 836 dollari per azione alla Borsa di New York (Wall Street), ed un utile netto di 5,33 Miliardi di dollari (+20%), di cui le entrate che derivano dalla pubblicità (Google AdWords) sono pari a 22,3 Miliardi di dollari ( +17%). YouTube avrebbe raggiunto la “soglia di saturazione” della pubblicità tollerata dagli utenti che visualizzano gli annunci pubblicitari all’interno dei video. Sia Google che Facebook, hanno ormai “esaurito le cartucce” per ottimizzare la pubblicità nei video.
  • Intel chiude a 16,7 Miliardi di dollari.
  • Amazon, raggiunge i 25,4 Miliardi di dollari, con un utile netto di “soli” 79 Milioni di dollari.

Fonte: Wall Street Journal

******************************************

Web Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: Se da una parte i video rappresentano il punto di forza per il 2017, sia per Google con YouTube che per Facebook, dall’altra parte rimane la difficoltà a far accettare agli utenti che la pubblicità all’interno dei video è necessaria per far sopravvivere le aziende.

Il problema di base è che, quando abitui gli utenti al gratis, poi è difficile far capire loro che all’interno dei loro video personali ci sarà la pubblicità.

******************************************

Web Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#Web Marketing #Google #YouTube #Microsoft #Facebook #Intel #Amazon #Trimestrali 2016 #Wall Street #Borsa #Trimestrali #Marketing #OnLine Advertising #Advertising #Internet Marketing #Pubblicita’ OnLine #Google AdWords #4°a Trimestrale 2016

 

Social Media Marketing: Classifica dei 12 Social Networks piu’ utilizzati in Italia

WebMarketingManager.net – Ecco i primi dati di Gennaio 2017 che riguardano l’utilizzo dei social networks da parte degli italiani.

A sorpresa, YouTube, riconquista la posizione numero 1, mentre Facebook scende al numero 2 (c’è aria di crisi), al numero 3 troviamo WhatsApp.

Classifica dei 12 Social Networks piu’ usati in Italia, a Gennaio 2017

  1. YouTube, con il 57%
  2. Facebook, con il 55%
  3. WhatsApp, con il 48%
  4. Facebook Messenger, con il 33%
  5. Instagram, con il 28%
  6. Twitter, con il 25%
  7. Google + Plus, con il 25%
  8. LinkedIn, con il 19%
  9. Skype, con il 19%
  10. Pinterest, con il 15%
  11. Tumblr, con l’11%
  12. Snapchat, con il 10%

Fonte: Hootsuite / We Are Social

******************************************

Social Media Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: Aria di crisi in casa Facebook, che perde il primato in Italia (e non solo – ndr). YouTube (di proprietà di Google) riconquista la vetta, in Italia ed i nuovi social networks Snapchat e Monkey stanno togliendo utenti a Facebook ogni settimana che passa nel resto del Mondo.

******************************************

Social Media Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#Social Media Marketing #YouTube #Facebook #WhatsApp #Facebook Messenger #Instagram #Twitter #Social Network #Google + Plus #LinkedIn #Skype #Pinterest #Tumblr #Snapchat #Social Networks

 

Social Media Marketing: WhatsApp l’app Chat funziona anche senza Internet

WebMarketingManager.net – La chat per telefoni smartphones e tablet, WhatsApp funzionerà anche senza connessione internet.

I messaggi inviati su WhatsApp saranno consegnati quando la connessione ad internet tornerà. L’app chat funzionerà anche in modalità offline sia sugli iPhone (iOS) che su Android.

Gli utenti di WhatsApp, in Italia, possono mandare messaggi tramite l’app chat dal proprio smartphone e tablet, anche quando non hanno disponibile la connessione internet (offline). I messaggi saranno pianificati per la consegna, appena la connessione ad internet sarà disponibile. Questa opzione non era ancora disponibile fino a qualche giorno fa. Adesso è disponibile sia sugli iPhone (iOS) che su Android.

Chi potrà beneficiare di questa nuova funzione di WhatsApp?

  • chi si trova in posti con scarsa connessione ad internet
  • chi si trova in viaggio con scarsa copertura ad internet

Su Facebook Messenger la stessa funzione era già disponibile da tempo.

Ricordiamo che Facebook è proprietaria di WhatsApp, e tende ad “uniformare” gli stessi servizi sia su  Facebook Messenger che su WhatsApp.

Fonte: WhatsApp

Focus on: Ormai Facebook Messenger sta diventando la “copia” di WhatsApp,               probabilmente l’obiettivo di Facebook è quello di far confluire WhatsApp in Facebook Messenger, anche se per ora i 2 “brands” sono “separati”.

******************************************

Social Media Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#Social Media Marketing #WhatsApp #Social Network #Whats App #Facebook #App #Smartphones #Tablet #iPhone #iOS #Android #WhatsApp per iOS #WhatsApp per Android #Facebook Messenger

 

Marketing Politico: Facebook vale l’8% dei voti, Fox News il 19% e la CNN il 13%

WebMarketingManager.net – La TV (televisione), dati alla mano, sembra sia stata determinante per il successo del marketing politico nelle elezioni presidenziali in U.S.A. (Stati Uniti)

Ecco i numeri: il 40% di chi ha votato Donald Trump come nuovo presidente degli U.S.A. (Stati Uniti), seguiva le notizie in TV (televisione) di Fox News, l’8% tramite la CNN, il 6% con la NBC, il 3% di ABC, e 3% con CBS, mentre il restante 5% per le TV Locali.

La radio racimola un 3%, mentre Facebook, “solo” il 7%.

Mentre per Hillary Clinton, la CNN ha contribuito per il 19%, la MSNBC per il 9%, e l’8% per Facebook.

Quanto vale la TV (televisione) per la politica, in Italia e nel Mondo?

  • In U.S.A. il 65%, per chi ha votato Donald Trump come nuovo presidente degli Stati Uniti

Quanto vale invece Internet, nello specifico i social network?

  • “solo” l’8% del totale degli elettori di Trump e della Clinton, utilizzavano Facebook

Fonte: Pew Research Center

Focus on: Dunque i “social networks” del tempo libero, non avrebbero influenzato le elezioni americane presidenziali. Gli elettori di Trump, al 65% erano “incollati” alla TV (televisione), e non su Facebook (il 7%).

******************************************

Marketing Politico? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#Marketing Politico #Pew Research Center #Social Network #Pew #Social Media Marketing #Elezioni #Politica #Facebook #Donald Trump #Fox News #Trump #Hillary Clinton #CNN #Clinton #NBC #ABC #CBS #TV Locali #Radio #U.S.A. #Stati Uniti

 

Digital Advertising: Cosa facciamo OnLine? Categorie Siti – Novembre 2016

WebMarketingManager.net – Quali sono state le categorie dei siti internet più viste a Novembre 2016? Ecco le prime 15, dei siti web più visitati in Italia.

30,1 Milioni di italiani online a Novembre 2016. Cosa abbiamo fatto OnLine? 28 Milioni (il 93%) di persone hanno effettuato ricerche online mentre 25,7 Milioni (l’85,6%) di utenti erano sui social networks.

  1. Search (Ricerche sui Motori di Ricerca, siti o applicazioni di ricerca – 93,1% degli utenti online)
  2. General Interest Portals & Communities (portali generalisti – con il 89,8% degli utenti online)
  3. Internet Tools/Web Services (servizi e tool online – con 86,0% degli utenti)
  4. Member Communities (dating e social networks – con l’85,6% degli utenti online)
  5. Software Manufacturies (software – con l’83,8% degli utenti)
  6. Video/Movies (siti video e film – con l’83,1% degli utenti)
  7. E-Mail (75,8%)
  8. Mass Merchandiser (siti e-commerce – con il 74,9% degli utenti)
  9. Cellular/Paging (74,3%)
  10. Multi-category Telecom/Internet Services (69,6%)
  11. Corporate Information (67,7%)
  12. Current Events & Global News (65,4%)
  13. Instant Messaging (64,6%)
  14. Maps/Travel Info (63,0%)
  15. Research Tools (siti e piattaforme per cercare online con il 61,2%)

Fonte: Audiweb / Nielsen

******************************************

Social Media Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: Cosa facciamo OnLine? Infografica delle categorie dei siti  più visitati in Italia a Novembre 2016.

******************************************

Social Media Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#Audiweb #Nielsen #Siti più Visitati in Italia Novembre 2016 – Le Categorie #Utenti OnLine #Motori di Ricerca #SEO #SEM #Digital Advertising #Social Networks

 

Social Media Marketing: Monkey il Nuovo Social Network ha gia’ 200.000 iscritti

WebMarketingManager.net – E’ nato il nuovo social network per i giovani: l’app per smartphones e tablet si chiama Monkey. Come funziona?

Ed arrivano già i primi commenti positivi da parte di Tim Cook, numero 1 di Apple e da John Maloney, l’ex presidente di Tumblr, per il nuovo social network dei giovani: Monkey.

Come funziona il nuovo social network per i giovani?

Monkey mette in contatto casualmente 2 persone che non si conoscono, mostrando poche informazioni, se si vuole continuare la video-chat prima bisognerà diventare amici, e poi si potrà chattare insieme. Se la persona “casualmente contattata” non sarà di proprio gradimento, si potrà passare al contatto successivo con un semplice click, oppure la video-chat mostrerà automaticamente una nuova persona dopo i 10 secondi.

L’app per video-chat, è simile a Chatroulette (nata nel 2009), ma sarà “più controllata”.

Monkey è già entrata nella classifica top 25, delle app più scaricate dall’App Store.

Chi ha creato il nuovo social network?

  • Ben Pasternak (17 anni)
  • Isaiah Turner (18 anni)

Monkey è una app integrata con Snapchat.

Come in tutte le cose, c’è un inizio, un centro ed una fine. I giovani si sono stancati sia di Facebook che di Snapchat, per non palare di Instagram… ed ora stanno già “migrando” in massa sul nuovo Social Network: Monkey.

Fonte: Mashable

******************************************

Social Media Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: 200.000 iscritti appena “nato” è già un gran bel risultato per il nuovo Social Network per i giovani: Monkey, ed è anche una delle prime 25 app più scaricate al Mondo in questo momento.

******************************************

Social Media Marketing? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#Social Media Marketing #Monkey #Social Network #Tim Cook #Apple #John Maloney #Tumblr #App #Smartphones #Tablet #Giovani #Smartphone #Teenager #Snapchat #Adolescenti #Facebook #Instagram #App Store #Ben Pasternak #Isaiah Turner

 

E-Commerce: Microsoft sfida Amazon nel Mercato degli eBooks (Libri Digitali)

WebMarketingManager.net – il settore dell’e-commerce è quello che online ha maggior valore, e dopo Amazon, anche Microsoft vuole la sua parte.

Anno nuovo, mercati nuovi anche per Microsoft che ha deciso con l’anno nuovo, 2017, di sfidare Amazon nel settore e-commerce degli eBooks.

Qualche anno fa, Microsoft aveva già tentato d’entrare nel mercato dei libri digitali/elettronici/eBooks, più precisamente nel 2012 mediante un accordo per gli eBooks con Barnes & Noble (concluso nel 2014), ed ora nel 2017, ci riprova, sfidando Amazon, con un aggiornamento di Windows 10 che ha una sezione specifica per gli eBooks, per ora disponibile solo in U.S.A. (Stati Uniti).

Entro la primavera del 2017, l’aggiornamento di Windows 10, sarà completato, e sarà presente all’interno del negozio digitale di Microsoft (che vende films, giochi e musica) anche una sezione dedicata agli eBooks.

Ovviamente, questi libri, potranno essere letti con Edge (il programma di Microsoft per navigare online) e dagli smartphones e tablet con installato il sistema operativo di Windows.

Per ora, Microsoft non ha alcuna trattativa con le case editrici, ma non si esclude tra qualche mese che possa accadere

Fonte: Fortune

******************************************

E-Commerce? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

Focus on: Amazon, avrà un nuovo competitor nell’e-commerce, anche per gli eBooks: Microsoft. Il mercato digitale sarà la vera sfida del 2017, per tutti i grandi players del “tech”, che intendono “sopravvivere” online.

******************************************

E-Commerce? Visita il mio profilo: https://it.linkedin.com/in/web-marketing-manager-net

******************************************

#E-Commerce #eBook #Microsoft #Amazon #E Commerce #Libri #ECommerce #Libri Digitali #Libri Elettronici #Libri in formato Digitale #Libri in formato Elettronico #Windows 10 #Windows #Books #Sistema Operativo #eBooks #Musica #Film #Giochi #VideoGiochi #Films #VideoGame #Music #VideoGames